Chi Siamo

Graziano, il più giovane dei tre fratelli Vitali, ha dedicato e sta dedicando tutta la vita a queste vigne, ad ogni singola vite, alla cantina. Anima e corpo, giorni e a volte notti, con pazienza e tanta passione.

La cura della vigna è totalmente gestita da Graziano, dalla potatura alla legatura, sfogliatura e vendemmia, fino alla cantina dove avviene il processo di tasformazione. Per avere un prodotto di qualità ma diverso dagli altri, abbiamo deciso di far risaltare ogni tipo di uvaggio autoctono che abbiamo, producendone le purezze. Nei nostri 5 ettari abbiamo il Sangiovese, il Canaiolo, il Ciliegiolo, il Colorino e il Cabernet Franc, l’unico uvaggio che non appartiene al territorio . La raccolta è fatta esclusivamente a mano, con attenta selezione delle uve. Vinificazione , Maturazione e Affinamento, separati degli uvaggi sopra elencati. Fermentazione in acciaio senza lieviti aggiunti, maturazione in piccole botti di Rovere per circa 12-15 mesi, affinamento di almeno 9 mesi in bottiglia con tappo di sughero naturale, che permette una lenta micro-ossigenazione.

Raniero, colui che ha costituito questa azienda, anche lui ha fatto di queste terre la sua vita. Amante della pianta dell’ulivo e dell’olio extravergine di oliva. Il miglior potatore di ulivi che conosca.

Oltre ai vigneti , abbiamo circa 2 ettari e mezzo di uliveta, con piante autoctone come Morellino, Frantoio, Piangentino, Leccino, etc. da cui produciamo un ottimo Olio extravergine di Oliva anch’esso interamente Biologico.

Franco, il più grande dei fratelli, l’uomo più paziente in assoluto, la spalla, l’aiuto, il mediatore. Sempre presente, si occupa della casa e dei nostri animaletti.

Orazio,con i suoi compagni, la nostra Mascotte, dai cui ha preso il nome il nostro vino più complesso, il “Cigno Nero”. Amichevole e vanitoso, ottima guardia e stupenda compagnia.

Pippo, che ci accompagna ovunque, sempre a darci una mano, per la vendemmia, la raccolta delle olive, le potature, sempre pronto ad uscire a scorrazzare.

In cucina , prima di cena , la mia mamma Anna Maria e la Cugina Manuela a preparare da mangiare. Entrambe ottime cuoche e mamme dolcissime, hanno un ruolo fondamentale sia per la famiglia, sia per l’azienda.

La casa.

Casa colonica, le ultime modifiche risalgono al 1400 d.C. Rimasta ancora come 100 anni fa. Gli zii ci vennero ad abitare negli anni 60′, mentre io ci sono nata. Cresciuta con la mia nonna, tra l’orto, il pollaio e i campi infiniti. Penso che sia per questo che ho scelto di rimanere.

Questa invece sono io, Eleonora, nipote dei fratelli Vitali, nata e cresciuta tra queste vigne e questi campi, innamorata della casa e di questa vita. Legata ad una realtà che ormai è difficile difendere. Sto cercando di portare avanti questo modo di vivere, far conoscere queste persone che davvero hanno dedicato la vita intera alla terra ed i suoi frutti.

Eccoci tutti e quattro, Graziano, Franco, Eleonora e Raniero

Ci tengo a dare importanza ai nomi e ai ruoli perchè penso che poi alla fine siano le persone a fare la differenza.